Valutazione del libro antico

Valore oggettivo, valore di mercato e parametri di riferimento

1000_F_422578427_7TXkFbs0LC4IDZmbNp2Sc6BqbK3ZtwSr_edited.jpg

Come ogni bene prezioso anche la valutazione di un libro antico è contraddistinta da alcuni parametri precisi e riscontrabili oggettivamente.

VALORE OGGETTIVO

Il mercato del libro antico esiste da centinaia di anni e questo aspetto è di fondamentale importanza per l’esperto valutatore in quanto i risultati d’asta pubblici e i cataloghi storici delle Librerie Antiquarie diventano strumenti fondamentali per poter risalire ad una corretta stima. Per quanto riguarda entrambe vi sono database a cui hanno accesso periti ed esperti che contengono migliaia di risultati d’asta e altrettanti cataloghi di Librerie Antiquarie che dal 1700 in poi hanno contribuito alla crescita e diffusione del mercato del libro antico. Il confronto quindi con esemplari identici o del tutto simili diventa il primo riferimento oggettivo per stabilire il prezzo di un volume antico, ma non sempre è sufficiente.

Libri infatti che nel passato si riteneva fossero rarissimi (e quindi molto costosi) oggi sappiamo essere comuni e presenti in gran numero sia in vendita che in collezioni pubbliche e private. Questi dati sono ovviamente il frutto di un’informazione resa più accessibile grazie all’avvento di Internet e delle consultazioni online.

VALORE DI MERCATO ATTUALE

Oltre alla rarità è necessario considerare anche l’appetibilità nel mercato librario: un libro molto raro perché non reperibile online può essere tale perché trascurato dal collezionismo. Pensiamo infatti ad un libro, stampato in pochissime copie, che tratti un soggetto assolutamente poco interessante o per niente ricercato. Questo lo rende sicuramente difficile a trovarsi ma anche estremamente arduo da vendere poiché al mondo troveremo pochissime persone interessate a quell’argomento. Per questo motivo si parla di un valore oggettivo (rarità e reperibilità) e di un valore di mercato (desiderabilità per la platea dei collezionisti). La media tra questi due valori fornisce un elemento utile per una stima corretta ed equa.

PARAMETRI DI RIFERIMENTO

Ma ai fini di una valutazione completa ed accurata non è ancora sufficiente. Rimangono infatti da considerare quegli elementi fisici che contraddistinguono ogni esemplare:

- completezza: ogni libro per poter essere immesso sul mercato deve essere completo di ogni sua pagina e parte. La mancanza di qualche pagina o tavola all’interno dell’opera rende invendibile il libro di scarso valore (perché rigettato dal collezionismo che esige opere complete) mentre riduce fortemente il valore di libri mediamente o molto importanti che potrebbero comunque trovare un acquirente disposto ad acquistarli ma ad un prezzo decisamente inferiore rispetto ad una copia completa.

 

- legatura: la legatura è un altro aspetto fondamentale del libro antico. Legature in cartone o carta rendono l’aspetto del libro antico poco attraente per il collezionista, la pergamena o la pelle sono invece materiale più idonei ad una buona stima mentre il marocchino o particolari legature lavorate ai piccoli ferri diventano un elemento di pregio.

 

- stato di conservazione: le condizioni conservative sono di assoluta importanza e vanno verificate con la stessa attenzione che si dedica alla completezza dell’opera. Lievi tracce d’usura sono normali per volumi stampati centinaia di anni fa, mentre macchie di muffa, strappi, cancellature, danni alla legatura e restauri maldestri determinano una riduzione della valutazione del libro antico.

 

- provenienza: un altro elemento che in determinati casi influisce sulla valutazione è la cosiddetta provenienza. Ex libris e note di possesso a volte presenti nei volumi aiutano l’esperto a riconoscere il percorso dei libro attraverso la storia.

 

Per riassumere, una corretta valutazione è composta dalla media tra il valore oggettivo (riferimento ai prezzi storici del mercato) ed il valore di mercato attuale (appetibilità di un determinato argomento). Definito questo valore vanno poi presi in considerazione gli elementi fisici di cui si è appena parlato che completano e concretizzano la corretta valutazione dei libri antichi.